Pubblicato il

Valpaint Polistof – effetto tessuto vellutato

Siete alla ricerca di una pittura raffinata ed elegante, possibilmente bella da toccare e dall’aspetto vellutato?

L’avete trovata!

Il Polistof e’ una pittura all’acqua ad effetto tessuto vellutato.

L’aspetto finale e’ cosi’ particolare e raffinato al punto da collocarsi al confine tra pittura cromatica  e tessuto.

Ideacolor ha utilizzato il polistof per la prima volta  nel 2004 , quando ancora la confezione era verde e veniva consigliata l’applicazione a pennello.

A distanza di anni , il Polistof ha compiuto piacevoli passi in avanti: Confezione nera (tipica dei marchi e dei prodotti prestigiosi), applicazione a rullo (prima severamente vietata) e piu’ deleghe ai rivenditori ( possibilita’ di colorare in loco il materiale).

Tutto questo rende il  Polistof piu’ vicino all’applicatore . Non da meno sono le caratteristiche visive e tattili. Irresistibile la voglia di toccare la parete rifinita con il Polistof... non esitate a provare  perche’ fa’ parte della soddisfazione di tutti coloro che lo propongono.

Come si applica il Polistof? E’ ovvio che la scheda tecnica indica tutti i passaggi necessari . Ma in sintonia con l’obiettivo di Ideacolor, cioe’ di tradurre la pratica in teoria, aggiungiamo dettagli su alcune situazioni tipiche.

  • E’ necessario che la superficie sia liscia?

E’ assolutamente necessario che prima di intraprendere il ciclo applicativo relativo al fondo e al polistof si provveda alla rasatura con stucco.  Questo permette di apprezzare l’effetto finale sia a livello visivo che tattile. In ogni caso piccole imperfezioni sono meno visibili di un idropittura lucida, per cui non allarmatevi, e’ sufficiente una preparazione al pari della maggioranza dei prodotti decorativi.

  • Devo per forza procedere con le due mani di prodotto?

La tentazione e’ sempre legata al risparmio di tempo e denaro. Non conviene evitare una mano perche’ non permette di avere lo stesso effetto finale.

  • Si puo’ applicare il Polistof sul cartongesso?

Certamente! E’ da ricordare comunque che l’assorbimento e’ piu’ rapido rispetto ad un intonaco. Inoltre e’ piu’ probabile che l’aspetto finale sia meno omogeneo , presentando sfumature di colore piu’ evidenti.

  • Come posso fare per evitare giunture o evidenti tracce del rullo?

In questo caso ci sono diverse scuole di pensiero. La scuola dell’esperienza ha suggerito di applicare il prodotto in maniera abbondante e  con movimenti simili ad uno spalter. Il vantaggio e’ che non e’ assolutamente possibile avere una linea orizzontale o verticale ben definita , ma solo ombreggiature tipiche del velluto. A proposito di questo aspetto: a meno che non siano piccole superfici non si puo’ ottenere un aspetto perfettamente omogeneo.

  • Se volessi renderlo glitterato?

Niente di piu’ semplice! Nel catalogo, con una chiarezza estrema, i colori sono visibili con o senza glitter. Per essere specifici si tratta di L50 Col. 301 che si aggiunge al polistof. Interessante e’ il fatto che scegliete voi la quantita’ desiderata, ottenendo a vostro piacimento l’effetto glitterato.

In ogni caso , se avete intenzione di rivestire le pareti  di casa  con il Polistof e chiedete consigli ad architetti e interior design, ci sara’ un coro unanime di consensi. Il mio consiglio e’ di recarvi personalmente dai rivenditori specializzati e affidarvi ad artigiani competenti. Il vantaggio e’ quello di trovare personale qualificato che non vi vende solo il prodotto, ma vi offre le proprie conoscenze e passioni nel settore. Inoltre se dispone di uno show room la scelta sara’ piu’ semplice e gratificante.

Pubblicato il

Botola in cartongesso – personalizzata per le tue esigenze

cartongesso botola
Realizzazone Ideacolor

Uno di questi quadrati in cartongesso e’ una botola ispezionabile: quale?

Prova ad indovinare! Certo che la botola in questione non e’ di quelle standard, ma personalizzata. Quindi non e’ in commercio , ma e’ stata creata su misura e parte integrante del disegno. Architetto?  No! Copia di altri lavori? No! Voglia di creare !!!

A proposito hai  individuato la botola?

botola tolta

Ricoh Company Ltd.
Realizzazione Ideacolor
cartongesso botola 2
Realizzazione Ideacolor

L’esigenza era quella di nascondere la botola esterna che accede al tetto. Poiche’ e’ decentrata rispetto al soffitto e’ stato realizzato un insieme di quadrati irregolari. In uno di questi sono state  fissate delle semplici guide perimetrali , quelle che si usano per l’orditura del cartongesso e la stessa operazione e’ stata effettuata sul soffitto. In questo modo la botola scorre in senso laterale.

La finitura e’ il polistof +L50.

Il polistof e’ una pittura decorativa ad effetto tessuto e L50 e’ uno speciale glitter argentato. Questa finitura oltre ad essere elegante, esclusiva e originale e’ PRATICA. Infatti la rimozione e il riposizionamento della botola avviene toccandola con le mani…e vi lascio immaginare le impronte visibili su tanti altri prodotti di finitura. Con il polistof nessun problema, in quanto lavabile facilmente e resistente all’usura.

Infine  spendiamo qualche parola sul colore e i costi.

COLORE: il grigio scuro e’ stato scelto non solo per gusto , ma anche per nascondere bene la naturale fessura della botola.

COSTI: e’ stato utilizzato solo cartongesso, guide perimetrali e qualche montante in lamiera. Nulla di speciale.  Solo voglia di creare (e questa non si paga).

 Ci sono tante botole “pronte” e di ottima qualita’. In particolare ho trovato ben rifinite le botole knauf ( ci sono anche le protezioni in gomma nella punta delle viti) e sono estremamente facili da montare. Ma a volte… per ispezionare  le macchine del clima a soffitto o per altre esigenze, le dimensioni non corrispondono alle esigenze. Altre volte la fessura (purtroppo sempre visibile) della botola non rappresenta la migliore soluzione estetica…quindi trasformate il problema in elemento decorativo, dove la botola e’ parte integrante di un disegno in cartongesso.

Disegna uno schizzo o richiedi un progetto all’architetto.

Adesso chiama il tuo cartongessista … e buon lavoro!

Pubblicato il

Glitter – Come avere i brillantini sulle pareti.

DSC00474
www.ideacolor.it

Glitter ovunque!

 Ogni cosa associata all’estetica utilizza i glitter e il passo è breve dalle cose alle case. La miscela è semplice da attuare perché richiede solo l’acquisto di glitter da aggiungere all’idropittura. La foto in alto è un esempio di come si può mantenere il colore bianco e renderlo “speciale” con l’aggiunta di glitter silver. Le marche in commercio sono tante ed ognuna con i suoi pregi.

I glitter sono tutti uguali?

Non proprio. In effetti ci sono diverse colorazioni, e le più conosciute e richieste sono:  madreperla, silver, oro, bronzo, rame, olograficoDal punto di vista tecnico esiste una differenza su come e’ confezionato il prodotto: in polvere o in dispersione acquosa di resina.

Glitter in polvere.

Se utilizzi questa versione puoi aggiungerli ad un vetrificante ( trasparente) che si applica alla parete tinteggiata. Per l’applicazione puoi utilizzare un pennello piatto per prodotti decorativi e procedere con pennellate incrociate.

Glitter in emulsione.

Con questa versione riesci ad ottimizzare i tempi in quanto puoi versare il contenuto nella pittura. In questa maniera eviti un passaggio e l’acquisto del vetrificante.

Può capitare che a lavoro finito non siano evidenti i glitter?

Se hai aggiunto il glitter in polvere alla pittura è probabile che sia stato coperto dal colore. Con la mano, prova a strofinare vicino ad un angolo e noterai che i glitter si ravvivano. Se funziona, utilizza un panno pulito per l’intera parete. Se  i glitter  sono evidenti, ma sono molto distanti tra loro, evidentemente non ne sono stati aggiunti a sufficienza . Di norma ogni confezione indica la quantità necessaria, ma un “idea brillante” è quella di esagerare.

Per avere l’effetto brillante devo dare 2 mani?

Un efficace metodo è quello di preparare il colore sufficiente per completare il lavoro. Quando sei pronto per l’ultima mano aggiungi i glitter nella pittura. Personalmente ho sempre preferito quello in dispersione acquosa, e ogni lavoro ha sempre confermato la validità della procedura. Anche se potresti pensare che in questa maniera ci sono meno glitter, in effetti la quantità è concentrata totalmente nell’ultima mano.

Si possono aggiungere i glitter ai prodotti decorativi?

Ovviamente. Anzi, si possono avere effetti cromatici davvero interessanti. Alcuni prodotti come Colore Gioia, Biamax, White Paint si valorizzano in modo straordinario. 

Per esperienza personale e per soddisfazione elevata dei clienti, ti consiglio di acquistare questa marca. 

Il risultato ottimale è assicurato!

TIXE Glittertix  –  Glitter per Pittura

 Una raccomandazione: non esagerate ricoprendo tutto con i glitter!

  1.  una distesa immensa di glitter potrebbe stancare facilmente
  2. le cose particolari sono quelle che si distinguono ( da cosa se è tutto glitterato?)
  3. con la quantità necessaria per una stanza, glitterate una sola parete (aspetto compatto)
  4. Scegliete superfici esposte alla luce  naturale  o artificiale.

I glitter non sono solo moda. Sono la soluzione ideale per raggiungere un equilibrio tra lucido e opaco. Infatti si può dosare la quantità di glitter e si possono di proposito scegliere pareti più in ombra per un effetto opaco e scegliere pareti esposte alla luce per un effetto stellare.

In pratica il glitter può mettere d’accordo tutti!

Prova questa pittura per aggiungere i glitter. 

Pubblicato il

Polistof – La pittura da toccare!

Il Polistof , materiale di pregio per finiture di interni, rappresenta un prodotto di punta per un ambiente raffinato ed elegante.

Non a caso è un prodotto proposto da architetti attenti alle esigenze e ai gusti di chi abita soprattutto in grandi centri urbani.  Nelle grandi città si predilige la pittura opaca, morbida al tatto e non appariscente. Per chi preferisce qualche riflesso di luce,   può aggiungere L50  (glitter).

 Inutile dire che chiunque vede per la prima volta questo materiale non resiste alla tentazione di toccarlo. Non vi preoccupate, perchè non si sporca, non si vedono impronte  e infine ricordate che è lavabile.

Il primo lavoro effettuato da Ideacolor è stato a Catania nel 2004, in un ristorante del centro.

Una curiosità: il primo lavoro effettuato a Catania con tale prodotto, fornito da Fassari srl, rivenditore di colore, prodotti decorativi e carta da parati.

Pubblicato il

Idee esclusive

Le tendenze nel colorare le pareti di casa sono dettate spesso e volentieri da cataloghi e brochure che ci danno un idea di come uscire fuori dagli schemi convenzionali.

Per citare alcune tendenze: una parete di colore scuro in una stanza;una parete con la carta;le pareti con prodotti decorativi a effetti metallizzati, ferro antichizzato, prodotti a rilievo  e via dicendo. Ma come per ogni copione, pochi osano contraddire l’idea generale che il colore si delimita grazie agli angoli o spigoli.

Che dire se le divisioni di colore sono realizzate all’interno della parete?

Ricoh Company Ltd.

Questa parete a pannelli orizzontali e’ il frutto di 2 colori skyline Paramatti. Il tutto e’ arricchito da strass swarovski nella sezione bianca e dorata.

In questa foto si apprezzano i contorni che sono il frutto di un lavoro meticoloso fatto con il nastro di carta.

Negli spazi bianchi e dorati sono incastonati strass swarovski, che di giorno con luce solare e di sera con luce artificiale donano quel tocco equilibrato di riflessi di luce.

Ricoh Company Ltd.

In questo caso e’ stata realizzata una cameretta con pannello verticale che accompagna la scrivania (dx foto) e un pannello formato da un quadrato dopo l’altro che parte dal pavimento e rigira sul soffitto. Ancora una volta il materiale utilizzato e’ Skyline Paramatti , che si presenta allo stesso modo nella cartella Karma Vip.

Ricoh Company Ltd.

In questo caso vediamo un altro metodo di colorare . L’idea e’ suggerita da forme o spazi che si creano in modo involontario e che trovano risalto con il colore, in questo caso ultrasaten oikos.

Oltre al colore fucsia, sul soffitto si puo’ notare una fascia di grande dimensione di colore grigio, Polistof con aggiunta di polibril, che rigira nella finta trave in cartongesso sopra la mensola del mobile.

Anche questa finta trave , in armonia con l’irregolarita’ delle forme e dei colori e’ tronca.

Questi sono solo alcuni esempi di cio’ che si realizza con nastro di carta, fantasia e …pazienza. Il risultato e’ una casa diversa dagli altri.

La ditta Ideacolor promuove l’originalita’, e dopo un timido riscontro da parte dei clienti nel lontano 2003, adesso si ritrova a realizzare tante idee originali.

Il percorso e’ cosi’ articolato: proposte dalla ditta Ideacolor per effetti e forme diverse;  richieste da parte della committenza di inventarci qualcosa ; e chiaramente disegni e progetti di architetti e ingegneri.

A breve altre foto di pareti effetto griglia, soffitto simile codice a barre, soffitto con pois colorati, archi rifiniti in modo originale, quadrati nel soffitto e tanto altro ancora.

 

 

 

Pubblicato il

Cartongesso e colori moderni

Colori moderni.

Scegliere i colori per i propri ambienti e’ una piacevole sfida.

Ricoh Company Ltd.
massimo mangiarratti

Partiamo dal fucsia (ultrasaten opaco oikos) e l’abbinamento con la tenda .

Per dare risalto al colore lo sfondo della parete e soffitto e’ bianco (ultrasaten opaco oikos)

L’orologio a parete riprende i colori della parete attrezzata e l’effetto puzzle del cartongesso grigio.

Ricoh Company Ltd.
massimo mangiarratti

In questa foto ci concentriamo sul cartongesso .  L’idea e’ nata dall’esigenza di nascondere una botola che permette l’accesso al vano terrazza ( utile solo per ispezione recipiente acqua e antenna tv). Per evitare un decentramento della  botola, si e’ creato un puzzle di 8 quadrati sovrapposti e con dimensioni diverse, di cui uno ispezionabile, quello in cui si vede la fessura a sx.  E’ ovvio che la fessura si vede dal lato secondario della stanza e l’intero quadrato scorre in direzione laterale.

La pittura che rifinisce il tutto e’ il polistof con aggiunta di L50.

Ricoh Company Ltd.
massimo mangiarratti

Ricoh Company Ltd.
massimo mangiarratti

Ricoh Company Ltd.
massimo mangiarratti

Per la realizzazione del lavoro:
Idea e realizzazione : Mangiarratti Massimo
Colori: Oikos
Decorativi: Polistof
Cartongeso : Knauf
Tendaggi e cuscini: Veronica Cinzia
Effetto brillante : strass swarovski
Pareta attrezzata : Caf Arredi

Pubblicato il

Strass swarovski

Volete una novita’ per le pareti di casa vostra?

Gli strass sono un opzione interessante, perche’ oltre al design e all’originalita’, come per ogni cosa che brilla, ne siamo incuriositi e in definitiva attratti.

Lo si puo’ applicare seguendo linee precise o formando linee tratteggiate con gli stessi strass.

Ricoh Company Ltd.

Ricoh Company Ltd.

 

Dal classico al moderno, posizionare strass in base al proprio estro puo’ essere un idea brillante…. in tutti i sensi!

Le foto:

in grigio il polistof con aggiunta di polibril
In fucsia: ultrasaten oikos
in bianco ultrasaten oikos