Pubblicato il

Hai scelto il colore? Fermati un attimo! Evita i 5 errori più comuni.

Wow! Finalmente il colore che accende in noi la voglia di rinnovare casa.

A volte è un colore nuovo, in altri casi è della stessa famiglia del nostro colore preferito, oppure è frutto di un consiglio. Una cosa è certa …l’entusiasmo  e la convinzione potrebbero farti commettere degli errori. Purtroppo l’euforia nasconde delle insidie che possono incidere sul portafoglio e sul risultato finale.

colorario

Sei pronto per parlarne insieme?

Partiamo dal presupposto che tu abbia in mano un pantone e hai  già segnato i codici dei colori scelti per la tua casa. Li hai già visti e rivisti e forse ti sei consultato con amici e parenti. Non hai dubbi, per cui ti chiedi cosa potrebbe sfuggire in un operazione così “banale”, come la scelta del colore.

Valutiamo situazioni tipiche che si verificano nella realtà:

  1. Per motivi di spazio i colori presenti in un pantone coprono una superficie di pochi cm. Questo è il motivo principale per cui si sbaglia colore, in quanto risulta spesso più scuro del previsto una volta applicato sulla parete.
  2. Il pantone offre una vasta gamma di sfumature della stessa tinta, spesso posizionate sulla stessa colonna. Il fatto di vedere diversi colori della stessa tinta ci mette nella posizione di preferire più facilmente quello più intenso, in quanto gli altri sembreranno “sbiaditi”.
  3. Il fatto di osservare tanti colori insieme, cosa che dovrebbe favorire la scelta, a volte sortisce l’effetto contrario. In pratica ci si può “inebriare” e perdere la giusta direzione cromatica. Si potrebbe scivolare nella tentazione di essere rapiti dal colore più audace e non dal colore più adatto ai nostri ambienti.
  4. Dopo la scelta del colore spesso si passa all’acquisto, dimenticando che altri colori sono già presenti in casa e adesso devono convivere insieme. L’impatto visivo deve essere piacevole, rilassante e armonioso. Anche se si volesse optare per una “macchia” di colore, deve essere contestualizzata sempre. Non puoi immaginare quanto spreco di denaro, se il colore non dovesse offrire la sensazione desiderata.
  5. Il colore dei nostri sogni rappresenta l’ultima trappola. In pratica, il colore che ci affascina, per intenderci il nostro colore preferito, non può accompagnarci per ogni scelta cromatica. Anche se le nostre preferenze hanno un ruolo determinante, ricordiamoci che devono legarsi con il resto dell’ambiente, con la luce offerta dalla posizione dell’appartamento, con gli arredi e con mille altre cose che in un attimo non si riescono a ricordare. Quindi, prenditi il tempo necessario per analizzare bene la tua scelta!

E allora, come scegliere il colore giusto?

E’ ovvio che la preferenza del colore è soggettiva, ma un consiglio da parte di chi opera nel settore come architetti, interior design, arredatori,  può rivelarsi prezioso! In alternativa prova a sfogliare riviste di arredamento e “trasferisci ” le foto che vedi ai tuoi ambienti. Continua le tue ricerche su internet e “divora” più informazioni possibili sulle tendenze e confronta i pareri contrastanti. Non dimenticare che sono disponibili delle app che ti permettono di visualizzare i tuoi ambienti in base al colore scelto.

E poi, quando il pantone sarà tra le tue mani, vedrai che lo “leggerai” in maniera diversa, più consapevole.

In ultimo, ti voglio offrire alcuni preziosi suggerimenti:

# acquista il colore necessario per effettuare solo una prova di colore.

# applica il colore in diverse zone per valutarlo con la luce e con le zone d’ombra.

# applica una mano di colore in tutta la stanza,  per vederlo nel suo insieme.

# modifica se necessario la tonalità della tinta per legarsi con gli altri colori presenti in casa.

Ne è valsa la pena fermarsi un attimo? Credo che il portafoglio ringrazierà!

Ma adesso non indugiare più, una casa colorata ti aspetta e mi raccomando, utilizza bene il pantone!

Potrebbe interessarti:

Idropittura – come fare i ritocchi

Glitter – come avere l’effetto brillantina sulle pareti

Carta da parati da colorare? Si…per piccoli e grandi!

Cartongesso e led – illuminazione moderna

Pubblicato il

Coloranti – 10 cose da sapere

 

Grazie ai coloranti per idropitture, puoi ottenere anche tu il colore desiderato.

Anche se non hai una grande esperienza nel miscelare i colori, con alcuni consigli semplici , anzi con 10 consigli, puoi già metterti all’opera.

Se preferisci , puoi anche acquistare in un negozio di colori la tinta desiderata tramite un catalogo, ma ti assicuro che troverai divertente e gratificante creare il colore con le tue mani!

Ma cosa devi sapere sui coloranti?

Coloranti solo per idropitture. Sono quelli più facili da trovare e meno costosi. Vanno bene per colori pastello o colori non molto intensi. Questi coloranti vano bene per superfici interne.

2 Coloranti universali. Il costo è più elevato e in funzione del colore. Il blu è tra i colori più costosi. In ogni caso la durata all’esposizione della luce è maggiore e il colore non è facilmente alterabile sia all’interno che all’esterno. Con i coloranti universali, puoi colorare anche gli smalti a solvente.

3  Agitate bene il colorante. E’ importante farlo perché altrimenti uscirebbe la parte liquida che si trova in superficie e rimarrebbe il colorante solidificato in fondo alla boccetta. Agitare bene permette di sciogliere il contenuto. Un valido aiuto lo offre il miscelatore manuale, un semplicissimo attrezzo che mescola perfettamente il colore. In alternativa, puoi utilizzare un miscelatore elettrico.

4  Cautela nel versare il contenuto. A volte l’impazienza o l’eccessiva sicurezza può farci esagerare nel versare il colorante. Ricorda che è meglio colorare solo una porzione del colore e poi preparare l’intera quantità necessaria. 

5  Aspetta che il colore sia asciutto. La colorazione definitiva sarà visibile solo a pittura asciutta. Quindi stendi un po di colore e aspetta. Se non vuoi aspettare troppo,  asciuga il colore con un phon per capelli.

6  Perfeziona la tonalità. E’ impossibile sperare che il colore risulti gradevole al primo tentativo. Spesso è necessario correggere la tonalità in funzione dell’accostamento con i mobili o il parquet o una carta da parati. Non sempre è questione di chiaro o scuro, bianco o nero. Per schiarire un marrone se aggiungi il bianco,  otterrai un colore melanzana. Ti sembrerà strano, ma il colore da utilizzare per schiarire è  il giallo. Ti posso confidare che il giallo, soprattutto il giallo ossido non manca mai tra i coloranti dei professionisti. Serve per colorare e per correggere i colori.

7  Procura un contenitore vuoto. Quando si effettua una colorazione, indipendentemente dalla dimensione del contenitore  utilizzato, il fondo non viene mai mescolato bene. Per cui un contenitore vuoto ti servirà per versare il contenuto già colorato e per mescolarlo nuovamente. Anche se utilizzi dei miscelatori, l’esperienza insegna che travasare il colore non riserva brutti scherzi.

8  Chiudi prontamente i coloranti. Se un colorante dovesse rovesciarsi per terra il danno sarebbe enorme e fastidioso. Inoltre se le boccette di colorante rimangono aperte iniziano a creare grumi dovuti all’essiccazione di alcune parti di colorante, soprattutto vicino al tappo. Questi grumi non si scioglieranno nel colore, ma formeranno macchie nel rullo e di conseguenza nelle superfici tinteggiate.

9  Filtra eventuali grumi. Se nonostante tutto il colorante non si dovesse  sciogliere bene,  puoi filtrare il colore utilizzando appositi imbuti con filtro che puoi trovare su Amazon. Un alternativa economica e artigianale è quella di usare dei collant come filtro usa e getta.

10  Prepara una quantità sufficiente per tinteggiare e per i ritocchi. Credo che sia evidente che un colore cucito addosso all’arredamento,  non si improvvisa. Ecco perché dopo vari step e provini, il colore diventa prezioso e come tale va pianificata bene la quantità necessaria. Le schede tecniche ti forniscono la resa, ma ricorda che sono stime pari al consumo di carburante dichiarato dalle case costruttrici.  Ti consiglio di essere generoso nelle quantità, perché non sarà semplice replicare il colore.

Adesso tocca a te!

Se vuoi stupire tutti, aggiungi i glitter!

Ti svelo un segreto: ho provato tante marche di glitter, ma la Tixe è la migliore. Non solo nella qualità, ma anche nel prezzo!