Pubblicato il

La carta da parati è antica?

Sarei curioso di conoscere la tua opinione! I commenti sull’argomento non si contano più , ma la tua opinione per me è sempre importante. Mentre pensi a cosa rispondere immagina a qualcosa che non sia antico nelle finiture d’interni.

Ancora si sente l’eco del total white che ricalca la scia delle pareti imbiancate con la calce.

I colori forti e intensi che riprendono le tinte delle volte colorate dei palazzi antichi.

Gli stencil che rendono più semplici le antiche stampe effettuate con i rulli goffrati.

Le maioliche che per essere trend devono somigliare alle mattonelle in cemento e scaglietta.

Le cornici in gesso rivisitate in bianco, ma quasi mai rimosse anche se datate.

Insomma, potrei continuare a lungo con le varie situazioni che vengono adattate, rivisitate, modificate e accettate senza problemi. Il discorso diventa in salita quando si parla della carta da parati. Il motivo spesso è legato al fatto che molti di noi siamo nati e cresciuti in case “confezionate” di carta da parati  e stoffa. Spesso il rifiuto avviene inconsciamente e nel frattempo non ci rendiamo conto che il mondo dei parati ha compiuto passi da gigante.

Intanto sono cambiati i motivi proposti. Non solo, è cambiata la tipologia con i fotomurali. Ne hai sentito parlare? Nascono per rivestire una parete solamente, con effetti 3D, paesaggi, natura, motivi astratti, città. Anche qui l’elenco è lungo e per rendere più semplice il concetto dai un occhiata su ideacolor.

A proposito, io aspetto sempre la tua opinione! La mia credo che sia palese. Ho sempre pensato che ogni cosa sia moda e tendenza. La moda spesso ritorna in altra forma e la carta da parati non si è sottratta a tale meccanismo. I tempi cambiano, e tu?

Vuoi conoscere prezzi e dimensioni?

Visita lo shop ideacolor

Pubblicato il

Come sarebbe la tua casa con gli adesivi murali?

080102-6-m

 

Sei alla ricerca di novità per la tua casa? Cerchi qualcosa di sorprendente ed originale?

Allora prenditi qualche minuto per iniziare a pensare a come sarebbe casa tua con gli adesivi murali. Tra le varie opzioni che ti offre il mondo delle finiture d’interni, questa può rappresentare la più semplice , ma nel contempo originale.

Di che si tratta?

Individua una parete che vuoi valorizzare , rileva le misure della parete e scegli comodamente tramite web il soggetto desiderato.

L’applicazione è semplice e potresti realizzare il lavoro in tranquillità.  Diverse aziende offrono la possibilità di scegliere il materiale e di conseguenza la posa. Si può optare per il materiale come la carta da parati o adesivo .

Per darti un idea di come gli ambienti vengono valorizzati osserva queste immagini:

080103-2-m

Part of the modern drawing room 3D

bright empty modern interior with minimalist fireplace - rendering

080105-8-m

Sofa and table in a room

081001-4-m

modern lounge

contemporary blue bedroom

room

In effetti questo è solo un assaggio di ciò che offre il web. Per gustare appieno il gusto degli adesivi murali dovresti averli in casa. Non è solo moda , ma personalizzazione degli ambienti.

Perciò dico a te, si proprio a te…come sarebbe la tua casa con gli adesivi murali?

Se vuoi…scrivi un tuo parere . La tua opinione è molto importante.

 

[http://www.baldimo.it/carta-da-parati.html#Motivo]

 

Ti potrebbe interessare:

Carta da parati da colorare? Si … per piccoli e grandi!

Carta da parati – originale e creativa

Adesivi murali

Adesivi murali personalizzati – dalla foto alla parete

Pubblicato il

Tattoo Karma – consigli e modalità di applicazione

DSC00470
www.ideacolor.it

Tattoo Karma: un espressione che puoò significare tante cose!

Nel nostro caso Tattoo Karma è un prodotto decorativo, pronto all’uso.

 Modalità di applicazione:

  • assicurarsi che il fondo sia omogeneo , altrimenti rasare con stucco
  • applicare il primer con rullo
  • applicare il karma con spalter 100

 In effetti non è complicato raggiungere un buon risultato. La sfida è raggiungere il massimo risultato.

In gergo si dice che in un prodotto “si deve prendere la mano”, ovvero capire la tempistica di asciugatura, il cambiamento tra bagnato e asciutto, la reazione a ritocchi , il consumo . In pratica, la piena padronanza della situazione promette e mantiene sempre un ottimo risultato.

DSC00378
www.ideacolor.it

Cosa fare:

  • Siate scrupolosi nel dare 2 mani di primer anche se sembra uniforme solo con una.
  • Applicare 2 mani di karma  ( provate in un pezzo di cartongesso per vedere la differenza)
  • Lavorate la parete iniziando da un angolo superiore e proseguite in modo irregolare
  • Tenete le aperture chiuse onde evitare correnti d’aria che asciugano il prodotto subito
  • Vicino le giunture non sovrapponete materiale, ma utilizzate il pennello un po scarico.

 Cosa non fare:

  • Applicare il prodotto in due. Ognuno ha la sua “mano” e si vedranno differenze di pennellatura e di quantità del materiale
  • Creare un ponteggio. E’ vero che il lavoro in elevazione sarà più semplice,  ma la giuntura orizzontale sulla parete sarà garantita.
  • Utilizzare una pennellessa. Un pennello più grande non serve, spreca materiale e non contribuisce a migliorare l’aspetto estetico
  • Applicare una normale idropittura come fondo. Il primer adatto è leggermente granuloso in modo da trattenere piccolissime scaglie presenti nel karma.

 E’ evidente che tra cosa fare e cosa non fare le vostre scelte possono incidere sui costi.

Ma vi ricordo che il Tattoo Karma è un prodotto decorativo e come tale  ha un costo maggiore rispetto all’idropittura.

Sarebbe un peccato pregiudicare la pienezza del risultato per “risparmiare” sul ciclo applicativo.

Adesso sei pronto per iniziare! Buon lavoro!

Acquista adesso su Amazon

Ti potrebbe interessare:

Dove trovare adesivi murali davvero originali!

Hai scelto il colore? Fermati un attimo! Evita i 5 errori più comuni.

Il cartongesso non conosce limiti…

Glitter – Come avere l’effetto brillantina sulle pareti

Pubblicato il

Glitter – Come avere i brillantini sulle pareti.

DSC00474
www.ideacolor.it

Glitter ovunque!

 Ogni cosa associata all’estetica utilizza i glitter e il passo e’ breve dalle cose alle case. La miscela e’ semplice da attuare perche’ richiede solo l’acquisto di glitter da aggiungere all’idropittura. La foto in alto e’ un esempio di come si puo’ mantenere il colore bianco e renderlo “speciale” con l’aggiunta di glitter silver. Le marche in commercio sono tante ed ognuna con i suoi pregi.

I glitter sono tutti uguali?

Non proprio! In effetti ci sono diverse colorazioni, e le piu’ conosciute e richieste sono:  madreperla, silver, oro, bronzo, rame, olograficoDal punto di vista tecnico esiste una differenza su come e’ confezionato il prodotto: in polvere o in dispersione acquosa di resina.

Glitter in polvere.

Se utilizzi questa versione puoi aggiungerli ad un vetrificante ( trasparente) che si applica alla parete tinteggiata. Per l’applicazione puoi utilizzare uno spalter ( pennello piatto per prodotti decorativi) e procedi con pennellate incrociate.

Glitter in emulsione.

Con questa versione riesci ad ottimizzare i tempi in quanto puoi versare il contenuto nel ducotone. In questa maniera eviti un passaggio e l’acquisto del vetrificante.

 Può capitare che a lavoro finito non siano evidenti i glitter?

Se hai aggiunto il glitter in polvere al ducotone e’ probabile che sia stato coperto dal colore.Con la mano prova a strofinare vicino ad un angolo e noterai che i glitter si ravvivano. Se funziona , utilizza un panno pulito per l’intera parete.

Nel caso in cui  i glitter  sono evidenti, ma sono molto distanti tra loro, evidentemente non ne sono stati aggiunti a sufficienza . Di norma ogni confezione indica la quantità necessaria, ma un “idea brillante” è quella di esagerare.

Per avere l’effetto brillante devo dare 2 mani?

Un efficace metodo è quello di preparare il colore sufficiente per completare il lavoro. Quando sei pronto per l’ultima mano aggiungi i glitter nel ducotone. Personalmente ho sempre preferito quello in dispersione acquosa, e ogni lavoro ha sempre confermato la validità della procedura. Anche se potresti pensare che in questa maniera ci sono meno glitter, in effetti la quantità è concentrata totalmente nell’ultima mano.

Si possono aggiungere i glitter ai prodotti decorativi?

Ovviamente. Anzi, si possono avere effetti cromatici davvero interessanti. Alcuni prodotti come Colore Gioia, Biamax, White Paint si valorizzano in modo straordinario. 

Per esperienza personale e per soddisfazione elevata dei clienti, ti consiglio di acquistare questa marca. 

Il risultato ottimale è assicurato!

TIXE Glittertix  –  Glitter per Pittura

 Una raccomandazione: non esagerate ricoprendo tutto con i glitter!

  1.  una distesa immensa di glitter potrebbe stancare facilmente
  2. le cose particolari sono quelle che si distinguono ( da cosa se è tutto glitterato?)
  3. con la quantità necessaria per una stanza, glitterate una sola parete (aspetto compatto)
  4. Scegliete superfici esposte alla luce  naturale  o artificiale.

I glitter non sono solo moda. Sono la soluzione ideale per raggiungere un equilibrio tra lucido e opaco. Infatti si può dosare la quantità di glitter e si possono di proposito scegliere pareti più in ombra per un effetto opaco e scegliere pareti esposte alla luce per un effetto stellare.

Insomma… il glitter può mettere d’accordo tutti!

Colore Gioia al miglior prezzo!

Se ami le novità , prova Universo.