Pubblicato il

La carta da parati per tutti i gusti … si chiama “fotomurale”!

Chissà cosa pensi realmente quando leggi “carta da parati”.

Forse pensi alla casa in cui hai trascorso l’infanzia, dove hai segretamente scarabocchiato le pareti. Oppure pensi a tutte le volte in cui hai detto ai tuoi genitori: ma perché avete messo questa carta? Chissà se la sensazione della carta era simile a sbarre di una prigione per adolescenti.

La libertà è arrivata cambiando casa! Un passo importante che avviene per trasloco, matrimonio, acquisto dell’immobile, trasferimento e tanti altri motivi.

E quella carta da parati? Quella che ti ha accompagnato per decenni?

Forse le pareti sono ingiallite, con qualche lembo staccato, ma la carta da parati non molla facilmente la sua presa sul muro.Quindi, sulla resistenza non ci sono aspetti negativi. 

Allora, vuoi vedere che è questione di gusti? Se è così, non si possono imporre i propri gusti agli altri. Ma si possono modificare i soggetti, in funzione dei tempi che cambiano. Questa metamorfosi è in atto con la carta da parati.

Se pensi ancora che sia antica, opprimente, vetusta, di cattivo gusto … potresti  guardare alcuni  “fotomurali.

Erano questi i tuoi ricordi della carta da parati? Come hai notato, è cambiato anche il modo di utilizzarla. L’idea di avere stanze intere con la carta da parati, ha lasciato il posto ad una sola parete. Questo riduce i costi, i tempi di applicazione e valorizza gli ambienti. Immagina la parete della testiera del letto, la parete del divano, la parete dietro la scrivania in ufficio, una parete nella sala d’aspetto, in un salone di bellezza! Continua ad immaginare … e ti renderai subito conto che esiste la carta da parati per ogni ambiente e per tutti i gusti : si chiama “fotomurale“!

 

 

Pubblicato il

Carta da parati? No Grazie!

Carta da parati? No Grazie!

Non dirmi che sei tra coloro che rispondono così! Lo sapevo! Ma il mio obiettivo era ed è quello di farmi leggere da chi odia la carta da parati.

Giusto per rompere il ghiaccio, spesso quello che si odia … poi si ama! Ma se ancora non siamo in questa fase, niente paura, il tempo e la moda fanno miracoli.

La moda! Se in questo momento hai la possibilità di osservare l’operato di architetti, interior designer o visitare show room di negozi di alto livello , scoprirai che la carta da parati alberga in diversi ambienti e viene proposta per ottenere un tocco di eleganza o di estro.

Forse la parola carta da parati mette in moto nella tua mente una serie di damaschi, fiorellini, righe e fantasie che ti trasportano in ambienti cupi e tristi. Oppure gli ultimi ricordi sono legati alle giunture sollevate e usurate dal tempo. E’ ovvio che la visione sia negativa.

Ma hai provato di recente a vedere qualche modello di carta da parati? Se proprio non ti piace la continuità del pattern offerto dai parati, hai preso in considerazione i fotomurali?

I fotomurali sono straordinari!

Pensa che applicato in una sola parete può arricchire l’intera stanza. Tra i vari modelli proposti, spiccano quelli 3D.

L’effetto è mozzafiato!

Effetto 3D, fiori, astratti, animali, città e molti altri soggetti per rinnovare la casa, l’ufficio, il ristorante, l’hotel. Insomma , modelli per tutti i gusti!

Lo so che non hai cambiato idea! Ma almeno un pò di curiosità?

Non dirmelo. Guarda alcuni modelli presenti su Ideacolor.

Per ogni immagine, puoi cliccare e scoprire prezzi , misure e dettagli.

a-a-0186-a-b-eb10

b-b-0039-a-a-eb10

f-b-0038-a-a-eb10

f-c-0069-a-b-eb10

a-b-0029-a-a-eb10

1

Home interior in japanese style D rendering

Stavo quasi dimenticando che stavamo parlando della carta da parati.
Che sbadato!
Ogni volta mi faccio coinvolgere più del dovuto dai fotomurali.
Aspetta , non te ne andare. ..voglio mostrarti qualche modello interessante.
1
1
1
1
Ti ringrazio per aver osservato le immagini. Forse non c’era nulla di tuo gradimento, o forse si. In ogni caso sul sito ideacolor troverai tanti modelli e un vasto  catalogo. Guardare non costa nulla!
Carta da parati? No grazie!
Io scelgo i fotomurali!
Pubblicato il

Coloranti – 10 cose da sapere

 

Grazie ai coloranti per idropitture, puoi ottenere anche tu il colore desiderato.

Anche se non hai una grande esperienza nel miscelare i colori, con alcuni consigli semplici , anzi con 10 consigli, puoi già metterti all’opera.

Se preferisci , puoi anche acquistare in un negozio di colori la tinta desiderata tramite un catalogo, ma ti assicuro che troverai divertente e gratificante creare il colore con le tue mani!

Ma cosa devi sapere sui coloranti?

Coloranti solo per idropitture. Sono quelli più facili da trovare e meno costosi. Vanno bene per colori pastello o colori non molto intensi. Questi coloranti vano bene per superfici interne.

2 Coloranti universali. Il costo è più elevato e in funzione del colore. Il blu è tra i colori più costosi. In ogni caso la durata all’esposizione della luce è maggiore e il colore non è facilmente alterabile sia all’interno che all’esterno. Con i coloranti universali, puoi colorare anche gli smalti a solvente.

3  Agitate bene il colorante. E’ importante farlo perché altrimenti uscirebbe la parte liquida che si trova in superficie e rimarrebbe il colorante solidificato in fondo alla boccetta. Agitare bene permette di sciogliere il contenuto. Un valido aiuto lo offre il miscelatore manuale, un semplicissimo attrezzo che mescola perfettamente il colore. In alternativa, puoi utilizzare un miscelatore elettrico.

4  Cautela nel versare il contenuto. A volte l’impazienza o l’eccessiva sicurezza può farci esagerare nel versare il colorante. Ricorda che è meglio colorare solo una porzione del colore e poi preparare l’intera quantità necessaria. 

5  Aspetta che il colore sia asciutto. La colorazione definitiva sarà visibile solo a pittura asciutta. Quindi stendi un po di colore e aspetta. Se non vuoi aspettare troppo,  asciuga il colore con un phon per capelli.

6  Perfeziona la tonalità. E’ impossibile sperare che il colore risulti gradevole al primo tentativo. Spesso è necessario correggere la tonalità in funzione dell’accostamento con i mobili o il parquet o una carta da parati. Non sempre è questione di chiaro o scuro, bianco o nero. Per schiarire un marrone se aggiungi il bianco,  otterrai un colore melanzana. Ti sembrerà strano, ma il colore da utilizzare per schiarire è  il giallo. Ti posso confidare che il giallo, soprattutto il giallo ossido non manca mai tra i coloranti dei professionisti. Serve per colorare e per correggere i colori.

7  Procura un contenitore vuoto. Quando si effettua una colorazione, indipendentemente dalla dimensione del contenitore  utilizzato, il fondo non viene mai mescolato bene. Per cui un contenitore vuoto ti servirà per versare il contenuto già colorato e per mescolarlo nuovamente. Anche se utilizzi dei miscelatori, l’esperienza insegna che travasare il colore non riserva brutti scherzi.

8  Chiudi prontamente i coloranti. Se un colorante dovesse rovesciarsi per terra il danno sarebbe enorme e fastidioso. Inoltre se le boccette di colorante rimangono aperte iniziano a creare grumi dovuti all’essiccazione di alcune parti di colorante, soprattutto vicino al tappo. Questi grumi non si scioglieranno nel colore, ma formeranno macchie nel rullo e di conseguenza nelle superfici tinteggiate.

9  Filtra eventuali grumi. Se nonostante tutto il colorante non si dovesse  sciogliere bene,  puoi filtrare il colore utilizzando appositi imbuti con filtro che puoi trovare su Amazon. Un alternativa economica e artigianale è quella di usare dei collant come filtro usa e getta.

10  Prepara una quantità sufficiente per tinteggiare e per i ritocchi. Credo che sia evidente che un colore cucito addosso all’arredamento,  non si improvvisa. Ecco perché dopo vari step e provini, il colore diventa prezioso e come tale va pianificata bene la quantità necessaria. Le schede tecniche ti forniscono la resa, ma ricorda che sono stime pari al consumo di carburante dichiarato dalle case costruttrici.  Ti consiglio di essere generoso nelle quantità, perché non sarà semplice replicare il colore.

Adesso tocca a te!

Se vuoi stupire tutti, aggiungi i glitter!

Ti svelo un segreto: ho provato tante marche di glitter, ma la Tixe è la migliore. Non solo nella qualità, ma anche nel prezzo!