Pubblicato il

Come rinnovare gli ambienti con i fotomurali

Si avvicina la primavera e in modo naturale si pensa a rinnovare gli ambienti. La stagione invernale ha frenato la nostra voglia di affrontare dei lavori in casa, ma adesso i raggi di sole sono più convincenti e ci invitano a dare una svolta al “letargo” invernale , farcito da zone gialle, arancioni e rosse.

 Da dove iniziare?

Sicuramente una tinteggiatura delle stanze non guasta mai. Presenza di muffa, condensa, parti usurate o macchiate, ci suggeriscono giustamente di procedere con il colore. Abbiamo già scritto su quale tipologia di pittura da utilizzare e quale tinta scegliere. 

Parola d’ordine: rinnovare.

Ecco perché mi piace immaginarti con una forte voglia di cambiare o meglio ancora stravolgere i tuoi ambienti.  Per avere ottimi risultati è necessario pianificare le cose, quindi un architetto potrà offrirti ottimi suggerimenti, considerando che le sue proposte seguono una linea guida che armonizza tutti gli elementi presenti in una casa. Non ci crederai, ma ci sono architetti che sono molto preparati sulle ristrutturazioni e sulle scelte cromatiche.  Ti suggerisco di dare un occhiata alla professionalità dell’architetto Vivy Lombardo  che dispone di  una forte presenza sul web con video, articoli e guide pratiche molto interessanti.

La nuova tendenza dei fotomurali.

Una nuova tendenza, da alcuni anni, è quella di rivestire qualche parete con un fotomurale o una carta da parati. In questo settore c’è l’imbarazzo della scelta. Negozi fisici e online offrono una varietà di soggetti e tipologie che ti lasceranno senza parole. Potrai scegliere un motivo floreale, un effetto 3D, un paesaggio e tanto altro. Per avere un idea e per trovare i prezzi più bassi in Italia e addirittura la spedizione gratuita,  puoi visitare www.ideacolor.it.

Ti mostriamo un anteprima.

 

Rinnovare, sia che si tratti di una stanza , un ufficio, un esercizio commerciale, è un operazione alla portata di tutti. Soprattutto è incredibile come un fotomurale possa stravolgere completamente l’aspetto di un locale. 

Nel video hai visto qualcosa che ti affascina? Vuoi sapere i prezzi e le misure?

Vai su www.ideacolor.it e troverai non solo quello che hai già visto, ma molto di più.

Oppure, inviaci la foto con WhatsApp al numero 3396300711 e ti invieremo il link utile per l’acquisto.

Puoi trovare molti spunti su Facebook  e Instagram  

Aiutaci a realizzare un sogno: persone felici in case accoglienti! 

Pubblicato il

Chi deve scegliere il colore delle pareti?

Dopo tanti articoli sui fotomurali, adesso vorrei proporti qualche pensiero sugli alleati ( e non nemici) dei fotomurali.

Ci sono cascato di nuovo! Ho scritto fotomurali. Ti prego di scusarmi, ma è più forte di me!

Ricominciamo.

Una delle scelte più difficili in una casa è la scelta del colore. Internet, amici, parenti, riviste di arredamento e tante altre fonti ci propongono immagini che sembrano fantastiche.

La realtà purtroppo è diversa e deve confrontarsi con situazioni più ampie e curiose.

Chi deve scegliere il colore delle pareti?

Tu che risposta daresti?

Il cliente.

E’ ovvio che essendo il proprietario della casa, ha più voce in capitolo. Ma avere proprietà  e disponibilità economiche non offre automaticamente le competenze. E’ vero che si tratta di un colore, ma ricorda che è tra le prime cose che noterai entrando in casa e sarà lo sfondo per valorizzare i tuoi arredi.

L’architetto.

La figura dell’architetto divide in due il mondo dell’edilizia. Alcuni amano gli architetti e altri li odiano. Sembra strano, ma l’opinione in merito agli architetti non sempre trova un equilibrio. Qualunque sia stata l’esperienza che hai vissuto, non dimenticare che l’architetto ha studiato ed esercita una professione che privilegia il bello e l’armonia. Non è insolito scoprire accostamenti cromatici a cui non avresti mai pensato. 

Il Pittore.

In qualità di esecutore dei lavori, ha a disposizione l’esperienza lavorativa. Oltre a suggerire di fare dei provini di colore per vedere l’effetto sull’intera superficie, potrà consigliare l’intensità del colore in funzione della luce presente in casa. Non sarebbe male chiedere un parere sulla qualità dei materiali. Essendo sul campo ogni giorno, il pittore saprà indicarti se il prodotto è lavabile, superlavabile,  antimuffa, anticondensatraspirante, mascherante, termoisolante.  Naturalmente anche il rivenditore e l’architetto ti potranno illustrare le caratteristiche presenti nelle schede tecniche, ma il pittore ti offre il suo vissuto, che racchiude l’esperienza, i reclami, le soddisfazioni, la resistenza nel tempo. Personalmente amo definire tutto questo con un espressione: la scheda pratica.

Il rivenditore.

La sua posizione è privilegiata, in quanto molti non scelgono l’architetto, altri non chiamano un pittore, ma da qualche parte questo colore si deve comprare. Se il rivenditore è di fiducia e ha dato prova di essere altamente preparato, allora è una risorsa a tuo vantaggio. L’unica limitazione è data dal fatto che non sarà in cantiere, per cui saranno consigli utili, ma da “banco”.

Il muratore.

Forse ti stai chiedendo cosa c’entra. Ebbene, devi sapere che è il primo in assoluto ad iniziare i lavori in cantiere. Non è difficile dispensare consigli su piastrelle, infissi, caldaie e colore delle pareti. Il tutto supportato da foto contenute nel proprio dispositivo elettronico. La realtà di ogni cantiere è che si fanno tanti e tanti cambiamenti in corso d’opera e la figura più presente risulta essere quella del muratore. Di conseguenza, risulta estremamente facile instaurare un rapporto di fiducia con la committenza e i consigli si fanno strada anche in maniera inconsapevole. 

Lo sai che dopo aver scritto queste riflessioni, non so più chi deve scegliere il colore delle pareti?

Forse è il caso di trovare una sana collaborazione!

Quasi quasi … scelgo un fotomurale!

Pubblicato il

Come trasformare gli ambienti con i Fotomurali Ideacolor!

Quante volte hai visto foto di case bellissime?

Pensa che a volte solo pochi dettagli riescono a produrre un risultato notevole.

Ti svelo un trucco: dietro alle foto che i social ci propongono ad una velocità impressionante, dietro quelle foto … ci sono professionisti che sanno valorizzare le “4 mura domestiche” con classe e originalità.

In pratica, ci sono figure professionali, quali: Architetto , Home Stager, Home Personal Shopper, Home Organizer, Home Relooking.

Non ti nascondo che l’idea di affidare l’estetica della propria casa ad altri … personalmente , mi mette ansia.

Ma poi, ho concluso che inconsciamente,  siamo sempre condizionati dalle idee degli altri, in modi più o meno evidenti. Dal venditore al consiglio dell’amico, dai genitori alla pubblicità, dai ricordi al web!

Mi chiedo … e lo chiedo anche a te: perchè non ci facciamo guidare consciamente dalle persone giuste?

Nel corso del lavoro svolto da Ideacolor , abbiamo avuto modo di conoscere e collaborare con una professionista di nome Irene FARINA , che ha tutte le qualifiche sopra menzionate.

Vive in una spendida isola, la Sardegna e si definisce “amante del bello”.

Con grande professionalità ha sempre cercato di trovare su Ideacolor i soggetti idonei per i suoi progetti. Ma la cosa più bella , che tu non sai, è che in base agli ambienti e alle superfici molto soggette ad usura , Irene preferisce fare un passo indietro e opta per altri materiali.  Non solo … si confronta con noi e chiede suggerimenti. Di comune accordo si decide se portare avanti o meno un progetto che preveda l’utilizzo dei fotomurali.

In pratica, ci sono persone serie ed affidabili oltre queste figure professionali. 

Trasformare gli ambienti della propria casa è alla portata di tutti. Ma raggiungere il massimo risultato è più semplice con esperti del settore.

Non solo tecnica, ma anche la personalità dedita alla ricerca delle cose belle. Immaginare, proporre, cercare e … trovare gli “ingredienti” giusti per il semplice gusto del buon gusto … è una prerogativa di chi ha talento e ama il suo lavoro.

A tal proposito, ho trovato interessante il risultato che ha conseguito Irene con due fotomurali presenti su ideacolor. Semplici, delicati, intramontabili. Non si può resistere alla bellezza della natura, alla freschezza delle margherite, al dettaglio di un fiore.

Che ne pensi? 

f

 

Fotomurali - Margherite

Fotomurali - Margherite

Fotomurali - Margherite

In queste foto concesse gentilmente da Irene FARINA, sono evidenti numerosi dettagli che esprimono eleganza, serenità e trasformazione.

Pensa che su ideacolor puoi trovare oltre 7.000 articoli, tra fotomurali, fotomurali xxl, fotomurali per porte, paraventi, quadri , quadri su vetro, quadri di sughero, quadri dipinti a mano e targhe in metallo.

Inizia  a scegliere su ideacolor quello che ti piace!

Contatta Irene FARINA per realizzare i tuoi progetti!

Noi ti aspettiamo per trasformare i tuoi ambienti!

www.ideacolor.it    www.irenefarina.it

Fotomurale margherite

Fotomurale Fiori

 

 

 

 

 

Pubblicato il

Hai scelto il colore? Fermati un attimo! Evita i 5 errori più comuni.

Wow! Finalmente il colore che accende in noi la voglia di rinnovare casa.

A volte è un colore nuovo, in altri casi è della stessa famiglia del nostro colore preferito, oppure è frutto di un consiglio. Una cosa è certa …l’entusiasmo  e la convinzione potrebbero farti commettere degli errori. Purtroppo l’euforia nasconde delle insidie che possono incidere sul portafoglio e sul risultato finale.

colorario

Sei pronto per parlarne insieme?

Partiamo dal presupposto che tu abbia in mano un pantone e hai  già segnato i codici dei colori scelti per la tua casa. Li hai già visti e rivisti e forse ti sei consultato con amici e parenti. Non hai dubbi, per cui ti chiedi cosa potrebbe sfuggire in un operazione così “banale”, come la scelta del colore.

Valutiamo situazioni tipiche che si verificano nella realtà:

  1. Per motivi di spazio i colori presenti in un pantone coprono una superficie di pochi cm. Questo è il motivo principale per cui si sbaglia colore, in quanto risulta spesso più scuro del previsto una volta applicato sulla parete.
  2. Il pantone offre una vasta gamma di sfumature della stessa tinta, spesso posizionate sulla stessa colonna. Il fatto di vedere diversi colori della stessa tinta ci mette nella posizione di preferire più facilmente quello più intenso, in quanto gli altri sembreranno “sbiaditi”.
  3. Il fatto di osservare tanti colori insieme, cosa che dovrebbe favorire la scelta, a volte sortisce l’effetto contrario. In pratica ci si può “inebriare” e perdere la giusta direzione cromatica. Si potrebbe scivolare nella tentazione di essere rapiti dal colore più audace e non dal colore più adatto ai nostri ambienti.
  4. Dopo la scelta del colore spesso si passa all’acquisto, dimenticando che altri colori sono già presenti in casa e adesso devono convivere insieme. L’impatto visivo deve essere piacevole, rilassante e armonioso. Anche se si volesse optare per una “macchia” di colore, deve essere contestualizzata sempre. Non puoi immaginare quanto spreco di denaro, se il colore non dovesse offrire la sensazione desiderata.
  5. Il colore dei nostri sogni rappresenta l’ultima trappola. In pratica, il colore che ci affascina, per intenderci il nostro colore preferito, non può accompagnarci per ogni scelta cromatica. Anche se le nostre preferenze hanno un ruolo determinante, ricordiamoci che devono legarsi con il resto dell’ambiente, con la luce offerta dalla posizione dell’appartamento, con gli arredi e con mille altre cose che in un attimo non si riescono a ricordare. Quindi, prenditi il tempo necessario per analizzare bene la tua scelta!

E allora, come scegliere il colore giusto?

E’ ovvio che la preferenza del colore è soggettiva, ma un consiglio da parte di chi opera nel settore come architetti, interior design, arredatori,  può rivelarsi prezioso! In alternativa prova a sfogliare riviste di arredamento e “trasferisci ” le foto che vedi ai tuoi ambienti. Continua le tue ricerche su internet e “divora” più informazioni possibili sulle tendenze e confronta i pareri contrastanti. Non dimenticare che sono disponibili delle app che ti permettono di visualizzare i tuoi ambienti in base al colore scelto.

E poi, quando il pantone sarà tra le tue mani, vedrai che lo “leggerai” in maniera diversa, più consapevole.

In ultimo, ti voglio offrire alcuni preziosi suggerimenti:

# acquista il colore necessario per effettuare solo una prova di colore.

# applica il colore in diverse zone per valutarlo con la luce e con le zone d’ombra.

# applica una mano di colore in tutta la stanza,  per vederlo nel suo insieme.

# modifica se necessario la tonalità della tinta per legarsi con gli altri colori presenti in casa.

Ne è valsa la pena fermarsi un attimo? Credo che il portafoglio ringrazierà!

Ma adesso non indugiare più, una casa colorata ti aspetta e mi raccomando, utilizza bene il pantone!

Potrebbe interessarti:

Idropittura – come fare i ritocchi

Glitter – come avere l’effetto brillantina sulle pareti

Carta da parati da colorare? Si…per piccoli e grandi!

Cartongesso e led – illuminazione moderna

Pubblicato il

Segui il tuo Istinto

DSC00481
www.ideacolor.it

Segui il tuo Istinto … e’ il prodotto materico lanciato con successo da Giorgio  Graesan.

Il prodotto viene conosciuto anche come pietra spaccata.  Grazie alla pasta di calce e le polveri di marmo si ottengono effetti molto simili alla pietra e in maniera rapida.

DSC00487

Le finiture possono essere con cera del vecchio , in modo da avere un effetto molto naturale oppure con la collezione gioia, scegliendo tinte che non solo danno un tocco di colore, ma aggiungono piacevoli riflessi.

DSC00483
www.ideacolor.it

 Le varie increspature alternate alle parti lisce creano un gioco di riflessi davvero unico. Non c’e’ nome piu’ appropriato :  Segui il tuo Istinto!!!

Ogni applicatore crea la pietra spaccata in modo unico, perche’ frutto di movimenti, fantasia, colorazione, lisciatura, dettata dall’istinto.

DSC00482
www.ideacolor.it

In dettaglio l’aspetto del prodotto finito con oro bianco + NB. Le foto non rendono vera giustizia alla bellezza reale del prodotto finito. La sensazione di una parete unica in pietra spaccata, senza tagli in mattoni, ma unica (in ogni senso), in dimensioni enormi… lascia senza fiato.

Segui il tuo Istinto… non te ne pentirai.

Pubblicato il

Illuminazione Controsoffitti

DSC00334
www.ideacolor.it

I controsoffitti in cartongesso permettono di raggiungere livelli estetici davvero sensazionali.

La fantasia del progettista trova un campo fertile per formare un alchimia tra forme, colori e illuminazione. In questo post parliamo di illuminazione.

LED e’ la parola piu’ pronunciata da interior design sull’argomento. L’effetto puo’ essere suggestivo e anche colorato.

La foto in alto mostra un bagno con led azzurro.

Cos’e’ esattamente il led?  Quella utilizzata in questo caso e’ una striscia continua di tante piccole luci , che nell’insieme formano questo effetto.

La cosa importante e’ creare degli spazi appositi dove alloggiare i led. E’ buona norma formare preventivamente delle canalette con il cartongesso in modo da nascondere la fonte della luce e lasciare ammirare solo la luce.

DSC00329
www.ideacolor.it

  In questo caso il led e’ inserito solo nel lato della testata del letto. I faretti che si vedono sono invece inseriti al centro di ogni anta dell’armadio.

E’ evidente che l’architetto ha previsto ogni cosa e appena la camera ospitera’ gli arredi, la luce non solo risultera’ ben distribuita, ma anche idonea per la vivibilita’ dell’ambiente.

DSC00339
www.ideacolor.it

  Il discorso delle canalette , e’ funzionale anche per i neonNella foto si vedono due scie di  luci prodotte da neon.  Oltre ad un effetto scenografico, tale soluzione mantiene la promessa di offrire una luce adeguata. L’effetto e’ reso  bello dal lavoro effettuato sul cartongesso, creando canalette profonde 40 cm in  orizzontale 30 cm in verticale.

DSC00328
www.ideacolor.it

  Il sistema delle canalette permette anche di alloggiate farettiL’effetto e’ costituito da vari fasci di luce verticali. La metodica e’ sempre la stessa creare uno spazio in cui alloggiare i corpi illuminanti. La protagonista e’ la luce e non la fonte.

DSC00319
www.ideacolor.it

  In conclusione voglio chiudere il sipario di questo post spegnendo le luci. Il motivo e’ quello di farvi vedere che le canalette realizzate sono di buon gusto sempre.

La sensazione e’ di sospensione, non riuscendo a vedere gli ancoraggi.

  Un gioco di luci la sera, un gioco di ombre il giorno.

Striscia LED 16 colori RGB 5M BOBINA SMD5050 IMPERMEABILE CON ALIMENTATORE E TELECOMANDO INCLUSO

Pubblicato il

Total White

DSC00337
www.ideacolor.it

Total white è l’espressione del momento .

Non è insolito in questo periodo consegnare lavori dove i soffitti e le pareti sono di colore bianco e se possibile anche le porte e i mobili. E’ una tendenza che offre vantaggi non indifferenti: più luce, sensazione di maggior spazio, libertà nell’arredare la casa. Soprattutto si può esclamare: Total White. Questo non significa che sia necessario dare solo un imbiancata alla casa. Per ottenere un risultato contemporaneo e raffinato, non dimenticare il ruolo del cartongesso. Un architetto è indispensabile per fornirvi utili progetti e consigli preziosi.

Di seguito un lavoro realizzato da Ideacolor dietro progettazione studio di architettura.

DSC00339
www.ideacolor.it
DSC00345
www.ideacolor.it
DSC00342
www.ideacolor.it