Pubblicato il

La carta da parati per tutti i gusti … si chiama “fotomurale”!

Chissà cosa pensi realmente quando leggi “carta da parati”.

Forse pensi alla casa in cui hai trascorso l’infanzia, dove hai segretamente scarabocchiato le pareti. Oppure pensi a tutte le volte in cui hai detto ai tuoi genitori: ma perché avete messo questa carta? Chissà se la sensazione della carta era simile a sbarre di una prigione per adolescenti.

La libertà è arrivata cambiando casa! Un passo importante che avviene per trasloco, matrimonio, acquisto dell’immobile, trasferimento e tanti altri motivi.

E quella carta da parati? Quella che ti ha accompagnato per decenni?

Forse le pareti sono ingiallite, con qualche lembo staccato, ma la carta da parati non molla facilmente la sua presa sul muro.Quindi, sulla resistenza non ci sono aspetti negativi. 

Allora, vuoi vedere che è questione di gusti? Se è così, non si possono imporre i propri gusti agli altri. Ma si possono modificare i soggetti, in funzione dei tempi che cambiano. Questa metamorfosi è in atto con la carta da parati.

Se pensi ancora che sia antica, opprimente, vetusta, di cattivo gusto … potresti  guardare alcuni  “fotomurali.

Erano questi i tuoi ricordi della carta da parati? Come hai notato, è cambiato anche il modo di utilizzarla. L’idea di avere stanze intere con la carta da parati, ha lasciato il posto ad una sola parete. Questo riduce i costi, i tempi di applicazione e valorizza gli ambienti. Immagina la parete della testiera del letto, la parete del divano, la parete dietro la scrivania in ufficio, una parete nella sala d’aspetto, in un salone di bellezza! Continua ad immaginare … e ti renderai subito conto che esiste la carta da parati per ogni ambiente e per tutti i gusti : si chiama “fotomurale“!